Corporate|News

|May 19, 2020

FamilyWorking: ecco come conciliare famiglia e lavoro nella Fase 2

Il Sole 24Ore – Alley Oop19 maggio 2020
Si torna al lavoro, ma le scuole restano chiuse. Un rebus degno del grande enigmista italiano Orofilo. E’ quello che ogni famiglia con figli sotto i 14 anni sta cercando di risolvere con rocambolesce soluzioni, spesso rabberciate, fra babysitter da reintegrare-trovare-pagare, nonni da proteggere e capi che “va bene lo smart working ma ora riprendiamo le attività a pieno regime”. Insomma molti genitori ringraziano le tecnologie, che come babysitetr funzionano benissimo, ma che ci fanno sentire tanto in colpa.

Poi ci sono aziende che cercano di trovare la quadra. Se è vero che il vero capitale per il futuro delle imrpese è quello umano, in quella direzione bisogna investire per non rischiare di perdere talenti (anche perché il 15% delle donne sta meditando di lasciare il lavoro per dedicarsi a figli e genitori anziani). Rientra in questo novero l’esempio di ENGIE Eps, che a fine aprile ha annunciato di aver lanciato il manifesto del FamilyWorking: un nuovo approccio al lavoro che mette al centro la famiglia coniugando l’esercizio della propria professione con l’equilibrio personale e familiare.

Abbiamo preso #uncaffècon Carlalberto Guglielminotti, ceo di ENGIE Eps, in diretta Instagram sull’account di Alley Oop come ogni giorno alle 14.30. Un modo per capire di più cosa spinge un manager a dedicarsi non solo a strategie industriali e conto economico, ma anche alla cura delle “sue” persone.

READ MORE >