Fca, partnership con Enel X e Engie per la mobilità elettrica

Fiat Chrysler ha siglato due accordi con Enel X ed Engie per lo sviluppo di nuove soluzioni dedicate alla mobilità elettrica per i modelli ibridi plug-in (phev) e a batteria (ev). L’obiettivo è l’offerta di soluzioni di ricarica a sostegno della vendita della Fiat 500 Bev e della Jeep Renegade Phev

Due partnership per la mobilità elettrica. Fiat Chrysler Automobiles ha siglato due accordi con Enel X ed Engie per lo sviluppo di nuove soluzioni dedicate alla mobilità elettrica a sostegno della produzione e commercializzazione dei modelli ibridi plug-in (phev) e a batteria (ev) previsti nel piano industriale del gruppo per il 2018-2022.

Attraverso questi accordi, i concessionari di Fca offriranno soluzioni di ricarica e servizi innovativi dedicati ai clienti privati e a quelli business. L’iniziativa prevede, inoltre, lo studio e la sperimentazione di nuove tecnologie rivolte alla riduzione del costo totale di possesso dei veicoli elettrici a vantaggio del cliente finale.

“Queste partnership”, ha commentato Mike Manley, amministratore delegato di Fca , “integrano la strategia di e-mobility annunciata l’anno scorso nel contesto del piano quinquennale di gruppo. Stiamo creando un ecosistema di partner, prodotti e servizi nei diversi mercati al fine di soddisfare e superare le aspettative, in rapida evoluzione, dei nostri clienti in termini di veicoli elettrificati”.

La partnership con Engie include le controllate Engie Eps, società specializzata nelle soluzioni di energy storage con cui Fca collabora da oltre due anni, e EvBox, società di riferimento nella produzione di stazioni di ricarica. I partner lavoreranno con Fca  in tutti i principali mercati europei per valorizzare al meglio le tecnologie sviluppate nel corso degli ultimi anni e si impegneranno nello sviluppo di soluzioni innovative dedicate ai clienti privati e a quelli business.

Enel X collaborerà con Fca  in Italia, Spagna e Portogallo, mentre Engie  affiancherà Fca in Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Olanda, Polonia, Slovacchia, Svezia, Svizzera e Regno Unito. L’obiettivo principale delle due partnership è l’offerta di soluzioni di ricarica in ambito privato e pubblico a sostegno della vendita della futura gamma di veicoli elettrici di Fca , tra cui la Fiat  500 Bev e la Jeep Renegade Phev.

Grazie alla collaborazione con i due partner, Fca offrirà ai suoi clienti la possibilità di installare presso la propria abitazione uno specifico punto personalizzato (la cosiddetta wallbox) per l’ottimizzazione e la gestione intelligente della ricarica in base alle effettive necessità. I partner cureranno con Fca la fase preliminare, rivolta alle verifiche di fattibilità e installazione, così come la fase di gestione e manutenzione della wallbox. Il cliente sarà dunque accompagnato e assistito durante l’intero ciclo di vita del veicolo e della sua wallbox. Ai clienti saranno anche offerte soluzioni di ricarica economiche e facilmente accessibili in ambito pubblico.

Il gruppo italo americano collaborerà con i partner allo sviluppo di applicazioni necessarie alla localizzazione dei punti di ricarica, alla prenotazione e al pagamento della ricarica. E tutto questo sfruttando le soluzioni integrate di connettività dei veicoli. Attraverso il supporto dei partner, inoltre, Fca proseguirà le attività di formazione ed elettrificazione di tutta la sua rete di concessionari che è già stata avviata in tutta Europa.

Sono stati studiati programmi di formazione dedicati per la forza vendita e tutto il personale operante presso i concessionari del gruppo. Per loro sono anche state pensate specifiche infrastrutture di ricarica destinate all’attrezzamento dei piazzali, dei parcheggi clienti, delle aree di test drive e delle officine. Nel corso dei prossimi due anni, Fca installerà circa 700 punti di ricarica Enel X presso gli stabilimenti, i centri di ricerca e i parcheggi destinati ai dipendenti in Italia, i quali potranno usufruire di queste infrastrutture per ricaricare i propri veicoli durante l’orario di lavoro. In questo contesto, Fca ed Enel X avvieranno un programma sperimentale per lo sviluppo di nuovi servizi e soluzioni di ricarica.

Pur giudicando positivamente l’accordo a livello qualitativo, “non ci aspettiamo un impatto immediato e significativo sui fondamentali del gruppo. Continuiamo a credere che, al fine di migliorare il suo posizionamento nelle tecnologie EV, Fca avrebbe bisogno di allearsi con i player di automobili più forti nel campo dei veicoli elettrici” come Renault, affermano gli analisti di Banca Imi che sul titolo Fca, in calo dello 0,71% a 11,81 euro stamani in borsa, mantengono un rating buy e un target price a 15,1 euro.

A proposito del mancato matrimonio con Renault ieri il ministro delle Finanze francese Le Maire ha ribadito che resta un’operazione interessante, ma non può avvenire senza la luce verde di Nissan. Quindi “non è possibile prevedere una fusione tra Fca e Renault nel breve termine. Il prossimo catalizzatore è rappresentato dall’assemblea di Nissan in programma il 25 giugno. L’attenzione sarà rivolta sia al possibile cambio di ceo che all’approvazione della nuova governance. Manteniamo il rating neutral e il target price a 13,70 euro su Fca”, sottolineano gli esperti di Mediobanca Securities.

Fca, partnership con Enel X e Engie per la mobilità elettrica - MilanoFinanza.it - Fca-partnership-con-Enel-X-e-Engie-per-la-mobilità-elettrica-MilanoFinanza.it_.html